lunedì 16 maggio 2016

LE PILASTRESI A PASSO DI NORDIC WALKING - L' EDIZIONE ZERO

FOTO DI GRUPPO PRIMA DELLA PARTENZA
BUON PASSO, SEMPRE ALLA  PORTATA DI TUTTI
La StraBurana, mi fa tornare alla mente un periodo epico della mia vita, il periodo - per intenderci - in cui la mia prima ed unica occupazione era di portare a compimento nel migliore dei modi il mensile di cui ero caporedattore, Sport Comuni! Ed è proprio grazie a questa splendida esperienza professionale ed umana che ho conosciuto questa manifestazione: bellissima per la gente, tanta, tantissima, composta da sportivi e d agente che magari si issa in sella alla sua bicicletta solo per scampagnate come queste; persone provenienti da ben 2 regioni e 3 province, vestite con abbigliamento sportivo, colorato e festoso. Mi è sempre piaciuta l’idea di vedere genti darsi appuntamento in uno stesso posto, ad una certa ora per condividere una passione o una mezza giornata. Con la StraBurana lo sport incontra il Consorzio della Bonifica, proprio nella settimana in cui questa si apre al mondo esterno per raccontare un mondo forse poco conosciuto ai più, ma di fondamentale importanza per tutti gli abitanti della pianura. Il controllo delle acque fluviali è stato fondamentale per permettere al nostro territorio di crescere e di svilupparsi. Tutto questo grazie ad impianti come le Pilastresi di Stellata, ben distinguibile anche da molto lontano perchè Enorme, estremamente potente ed ancora molto efficace, nonostante l’avanzare dell’età! Piccoli prodigi dell’ingegneria!
MARIA ANTONIETTA IN AZIONE!
Quattro edizioni fa, a causa del sisma abbiamo saltato. Ero di corvè con lo stand della banca, ma la scossa del sabato notte ha ferito gravemente i territori e soprattutto le persone. Gli emiliani si sono poi dimostrati forti e capaci di ripartire e di superare le inevitabili difficoltà.
Due o tre anni fa, non ricordo con precisione, ho portato il banchetto dell’asd Dimensione Nordic Walking ed ho fatto provare a diverse persone la camminata con i bastoncini. Addirittura ho trovato alcune persone che mi hanno chiesto di organizzare un corso, cosa poi realizzata puntualmente!
Ho anche pensato in un paio di edizioni di partire a piedi da Ferrara per poter giungere all’appuntamento prefissato, 35 km si possono affrontare senza problemi! Desiderio rimasto al momento ancora nel cassetto… 
Poi quest’anno sono stato contattato dagli organizzatori per estendere l’iniziativa anche al nordic walking. Detto fatto così abbiamo preparato un percorso, una segnaletica studiata ad hoc e un po’ di presentazioni dell’evento. Ieri il felice epilogo, con una giornata che tutto sommato ci ha sorriso, nonostante il mal tempo abbia fatto da minaccioso sottofondo. A dire il vero, causa fango, mi sono sentito in dovere di modificare all’ultimo minuto il percorso, tralasciando il quello originario che toccava da vicino gli impianti della bonifica. Abbiamo così rimediato con il classico giro degli argini di Stellata!
ANCHE ASD DIMENSIONE NORDIC WALKING C'E'!
Pochi non eravamo… anzi molti erano miei ex allievi, che ho salutato con piacere. In più c’erano persone che hanno potuto provare per la prima volta la camminata con i bastoncini. L’importante non è la maglia che si indossa (ammesso che si capisca il valore di quella maglia) ma il fatto di portare avanti con una certa regolarità il proprio sport e la propria passione. 
Il nordic walking non è immediato né da capire né da praticare, serve tempo, costanza e tanta dedizione per perfezionare la tecnica.
CODA BAGNATA... CODA FORTUNATA, 
IN PALIO 
UN BEL PIATTO DI PASTA E SALSICCIA 

Da quando ho capito il suo potenziale ci ho messo sempre la mia faccia. Nel bene e nel male, attirandomi anche qualche inimicizia. Ma vado avanti per la mia strada, ben consapevole dei miei limiti e delle mie qualità.

PIOVE! SI RIPARI CHI PUO' E...
COME MEGLIO PUO'!
Poco dopo la conclusione della passeggiata… tutti in fila per il pranzo e.. trac! Inizia a piovere! Poi dopo 5 minuti è tornato il bello e abbiamo potuto assaporare tranquillamente salsiccia, pinzini e ciambella!
Bella questa edizione zero della Straburana aperta al nordic walking… e già stiamo programmando per il 2017!

Ringrazio di cuore chi ha voluto e permesso questa ulteriore iniziativa, in modo particolare Luigi Pinotti e il dott. Barbieri della Bonifica.

martedì 12 aprile 2016

CAMMINATA SPORTIVA, DIVERTIMENTO ASSICURATO!

Ferrara 12 aprile 2016. Come sempre la primavera è un periodo intenso di manifestazioni ed iniziative, alcune veramente da non perdere! Abbiamo iniziato il 3 aprile a Lignano Sabbiadoro con la prima tappa del Nordic Walking in Tour, giunto all'ottava stagione. Splendido percorso, un misto tra spiaggia e pineta, conta tanti camminatori, amici vecchi e qualche nuovo arrivo. Splendida l'organizzazione curata da Aics e dall'associazione Nordic walking di Lignano. La delegazione di Dimensione Nordic Walking ha era composta da Maria Antonietta (è la nostra dirigente accompagnatrice), da Antonella che ha esordito in gara centrando uno splendido decimo posto di categoria e dal sottoscritto. 
Ho proseguito lo scorso weekend a Padova con il corso per Istruttori Nazionali di Camminata Sportiva. Premetto che da ormai diversi anni, almeno sei se non ricordo male, porto dentro di me l''idea di approfondire concretamente la tecnica della camminata intesa come non marcia. Nella mia biblioteca sportiva ho lasciato spazio anche ad un manuale sul fitwalking. Camminare a passo veloce è sempre stato un piacere, a volte una necessità per girare in centro in città. Proprio il passo veloce, rapido e silenzioso mi ha da sempre dato una fortissima sensazione di benessere. Mi piace "volare" per le mura di Ferrara ma anche su Ercole d'Este! Fino a poco tempo fa, però, ero soltanto consapevole di quanto possa essere bello camminare veloce... e non conoscevo approfonditamente la tecnica corretta. Quest'inverno per diversificare le uscite ho fatto diversi allenamenti senza bastoncini anche di 10/13 km. Ebbene il corso di camminata sportiva mi ha fornito utili elementi per sviluppare questa mia curiosità ma in modo strettamente scientifico e misurabile. Per camminata sportiva intendiamo una tipologia di camminata tale da ottimizzare i movimenti di rollata, intensità ed oscillazione delle braccia in funzione di velocità e distanza. Un esempio? puntare ad aumentare la distanza percorsa a parità di tempo. Ecco allora che entra in gioco la postura, la biomeccanica, l'allenamento, la capacità di sapersi adattare, la volontà di allenarsi per sentirsi sempre meglio e per poter vedere (o quanto meno percepire) settimana dopo settimana i propri miglioramenti.
La camminata sportiva sono sicuro che avrà nei prossimi anni una grande diffusione perchè praticabile un po' da tutti... basta avere buona volontà!
Eravamo una 40 ina i partecipanti, tutti entusiasti di essere parte attiva in questa nuova avventura!
Fabio Moretti, Mario De Santis e Alessandro Pezzatini sono stati i nostri formatori. Sono loro la guida della neo nata Scuola Italiana Camminata Sportiva.
Ora starà a noi presentare, capire e diffondere questa nuova incredibile tecnica di camminata.

Gli appuntamenti non sono finiti! 
domenica prossima andremo a Milano Marittima per la seconda tappa del Nordic Walking In Tour, mentre purtroppo a Bologna andrà in scena la prima gara del campionato fidal. Peccato per la concomitanza perchè avrei voluto partecipare volentieri a entrambe le manifestazioni...

Il 15 maggio infine presenterò il nordic walking alla Straburana,
 A prestissimo i dettagli!

mercoledì 30 marzo 2016

DIMENSIONE NORDIC WALKING OTTIENE IL PATROCINIO DEL PANATHLON CLUB FERRARA

A pochi giorni dall’ avvio della stagione sportiva 2016, l’asd Dimensione Nordic Walking comunica con piacere di avere ottenuto il patrocinio morale del Panathlon Club Ferrara, il cui logo sarà visibile sulle maglie di gara. Gli atleti della nostra associazione parteciperanno quest’anno a gare di ben 4 splendidi circuiti: il campionato nazionale e regionale Veneto Aics “Nordic Walking In Tour” (si basa sulla regolarità), il Giro Nordic (nordic walking in montagna) e la partecipazione ad alcune tappe del campionato italiano Fidal Nordic Walking (gara 10000 metri uomini). Il portacolori sarà Francesco Lazzarini. Inoltre già domenica 3 aprile è previsto per Antonella Baratella l’esordio alla tappa nazionale di Lignano Sabbiadoro del Nordic Waslking in Tour.

Ma cos’è il PanathlonInternational? E’ una associazione riconosciuta nel 1982 dal Comitato Internazionale Olimpico; mentre in Italia è una associazione benemerita del Coni.
Scopo del panathlon è “ l'affermazione dell'ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali, quale strumento di formazione ed elevazione della persona e di solidarietà tra gli uomini e i popoli.” E da qui discende una importante e prestigiosa attività che spazia dalla diffusione del fair play nello sport a tutti i livelli, alla realizzazione di studi e ricerche sui problemi dello sport e sui suoi rapporti con la società. Ricordiamo anche la recente “Carta dei doveri dei genitori nello sport”, documento importante perché sottolinea tra le altre cose il diritto dei figli di non dover essere necessariamente dei campioni per essere dei bravi sportivi. 

Molto attivo è il Club Ferrarese, che riunisce una sessantina tra dirigenti e sportivi della città estense. Sempre attivo nella promozione dello sport e di un sano stile di vita, il Panathlon cittadino sta diventando un prezioso punto di riferimento e di ritrovo per molti dirigenti locali. Le cene conviviali sono a tema… sportivo e risultano l’occasione per conoscere ed approfondire sport ma anche i progressi della ricerca scientifica o “le esperienze sulla terra rossa” di illustri scrittori, come l’indimenticabile Giorgio Bassani. Senza dimenticare l'attenzione che da sempre il Club rivolge alle giovani promesse dello sport ferrarese  attraverso i prestigiosi "Premi Panathlon".


Molto soddisfatto per il patrocinio ottenuto è il presidente Francesco Lazzarini: “Crediamo che da ogni iniziativa e da ogni regolamento si possano trarre nuove e più aggiornate indicazioni su cosa fare e cosa non fare per impostare le nostre gare. Inoltre ogni specialità, sia essa velocità, tecnica o regolarità nasconde elementi di sano divertimento, che vale la pena di provare almeno una volta! In uno sport giovane, in crescita in termini qualitativi e quantititativi, è importante darsi delle regole! Sono infine soddisfatto per l'esordio di Antonella, una delle mie allieva che da oltre un anno si sta dedicando al nordic walking con impegno e dedizione”. 
Ed ora...la parola ai bastoncini!